Castelluccio di Norcia

Castelluccio di Norcia è un piccolo borgo della regione umbria situato al centro del Parco Nazionale dei Monti Sibillini famosa per la coltivazione della lenticchia che ha ottenuto dall'Unione Europea l'Indicazione Geografica Protetta. La loro coltivazione è condizionata da un clima con inverni molto rigidi, gelate primaverili e, in estate, per l'altitudine, forti sbalzi termici tra il giorno e la notte.
Il paesino è arroccato in una collina all'interno di un grandissimo altopiano dell'Italia centrale a 1.452 metri d'altezza sopra il livelo del mare.
Le vaste distese erbose degli altipiani costituiscono una sorta di anfiteatro assai spettacolare nel periodo della fioritura.
L'origine del piano è legata a movimenti tettonici associati al sollevamento delle dorsali del M. Vettore e M. Vetica. Lo svuotamento del lago è probabilmente dovuto al riattivarsi delle faglie che bordano il bacino ed a fenomeni legati al carsismo.
Gli amanti dello sport possono svolgere diverse attività a contatto con la natura: escursioni sui monti Sibillini e sul monte Vettore, trekking, mountain-bike, passeggiate a cavallo o a piedi, parapendio, deltaplano. Tra gli sport invernali invece nell'altopiano operano due stazioni di sci: Forca Canapine e Monte Prata, uno dei campi da sci di fondo più spettacolari d'Italia, una crescita sempre maggiore dello sci da escursionismo e ottime possibilità per lo sci estremo.
e' una zona quasi magica, infatti é circondata da leggende su fate, demoni e personaggi misteriosi, leggende che si tramandano dal 1300. Non mi é difficile pensare che questa atmosfera surreale, abbia indotto la gente del luogo a inventarsi strane storie e personaggi in cui si mescolano tradizioni cristiane e leggende nordiche…folletti , maghi e quant'altro.



0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Norcia e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Notizie dalla Provincia di Perugia