Chiesa di San Salvatore
Campi (dintorni di Norcia)


L'edificio sorge in un'area pianeggiante presso il cimitero di Campi e si compone di due corpi di fabbrica. In epoca medievale fu costruita una prima pieve, intorno al 1100.
Successivamente la planimetria venne modificata e per così dire duplicata.
Tra XIV e XV secolo la struttura assunse l'aspetto attuale, dato dall'unione di due prospetti speculari sotto un solo tetto a capanna. L'impianto divenne a due navate, secondo un modello diffuso tra i luoghi di culto del territorio nursino. La facciata è preceduta da un porticato retto da una colonna centrale. Sotto di essa si aprono due portali (uno trecentesco e uno tardogotico quattrocentesco), sormontati da due rosoni.
Il muro perimetrale destro reca una scarpata di rinforzo e alcune monofore della costruzione originaria (xiv secolo). Il campanile in pietra, opera di maestranze lombarde (xvi sec.), comprende iscrizioni romane e materiali di spoglio. All'interno, la navata sinistra, più antica, è abbondantemente decorata nelle crociere costolonate, nei sottarchi e nel grande arco ogivale.
Gli affreschi sono attribuiti a pittori umbri e marchigiani del Quattrocento, tra i quali ricordiamo gli Sparapane e Nicola da Siena.
Cinque pilastri separano questa navata dalla più recente, sul lato destro, quasi disadorna.
Da notare le ante del portone neogotico, esposte vicino all'ingresso.



0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Norcia e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Notizie dalla Provincia di Perugia