Non solo attraenti corpi femminili, più o meno svestiti. Nel suggestivo mondo dei calendari c’è spazio anche per la natura, flora e fauna ritratti con occhi e mani esperte. E poco importa se l’autore non è un grande fotografo: anzi, un calendario può diventare l’occasione per far conoscere le doti di qualche dilettante che aspira a divenire fotografo professionista. La novità di quest’anno, per il calendario edito dal parco dei Sibilini, è infatti nel modo con cui sarà scelto l’autore. Le stagioni vestono il Parco: questo è infatti il tema del concorso fotografico indetto dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini per la selezione delle 13 immagini che comporranno il calendario 2009.
Il concorso è aperto a fotografi professionisti e non e si potranno presentare un numero minimo di 13 foto ed un massimo di 20; le immagini, di un unico autore, potranno essere sia a colori che in bianco e nero e di dimensioni non inferiori a 10 cm x 15cm.
Sono ammesse sia immagini scattate su pellicola (negativa o diapositiva), sia realizzate con apparecchi digitali.
Non sono ammessi, invece, fotomontaggi, doppie esposizioni, solarizzazioni, filtri digitali o ritocchi digitali, salvo lievi correzioni di colore, contrasto o esposizione; le fotografie, infine, non devono essere state premiate in altri concorsi.
Nel sito del Parco - www.sibillini.net - è possibile scaricare il regolamento del concorso e la domanda di partecipazione che dovrà pervenire all'ente entro le ore 13.00 del 19 settembre 2008. La giuria - di cui fanno parte, tra gli altri, i fotografi inglesi Norma Hill e Maurice Joseph, entrambi membri della Royal Geographic Society - si riunirà entro il 10 ottobre e valuterà le opere in base all'attinenza con il tema del concorso e alla qualità tecnica e artistica delle immagini.
Al vincitore verrà assegnato un premio in denaro di 4.000 Euro e avrà il privilegio di firmare il calendario ufficiale del Parco che, sin dalla sua prima edizione, riscuote un grande successo tra gli amanti dei Monti Sibillini.
Il nome dell'autore del prossimo calendario sarà quindi accostato ad alcuni grandi della fotografia italiana - come Franco Fontana, autore del calendario del 2000, o Angelo Mezzanotte, che ha firmato quello del 1998 - e ad altri stimati professionisti, molto conosciuti nel territorio umbro marchigiano e non solo, come Sandro Polzinetti, Stefania Servili e Franco Tassi, fotografi che hanno a cuore il territorio racchiuso in questa area geografica e che, con i loro scatti, hanno contribuito a far conoscere ed apprezzare le bellezze del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

dal Corriere dell'Umbria




0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Norcia e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Notizie dalla Provincia di Perugia